uniurb_redesign_2016

Dopo 365 giorni la Carlo Bo festeggia il suo P-Day! Il portale di Ateneo cambia look e riparte alla conquista del web! Grafica leggera ed essenziale per una fruizione intuitiva e veloce dei contenuti, requisiti massimi di accessibilità, mobile friendliness e design responsivo per una usabilità senza limiti anche da smartphone e tablet. Questi i super poteri che le 30.000 pagine del nuovo Uniurb.it possono indiscutibilmente vantare. A dirlo sono strumenti di valutazione online tarati secondo parametri fissati dal Consorzio internazionale World Wide Web (W3C) e da Google!

Il portale si è, infatti, adeguato alle linee guida della W3C che anche in Italia regolano l’accessibilità dei siti web della Pubblica Amministrazione (estendendola a tutti i cittadini e, in particolare, ai portatori di disabilità), guadagnando il più alto livello di validazione. Ed è stato, inoltre, rinnovato secondo i requisiti richiesti dal Think with Google e più precisamente dai 25 principi di mobile site design stabiliti da Big G, per una maggiore visibilità sui motori di ricerca e per una fruizione chiara e completa dei contenuti anche da dispositivi mobili. Il risultato è una tripletta da 100%! Verificabile, tra l’altro, attraverso testmysite.thinkwithgoogle.com.

think-with-google

Il portale è il luogo in cui convergono tutte le attività del nostro Ateneo – ha commentato il Rettore Vilberto Stocchi – ed è fondamentale che questo spazio online comunichi nel modo migliore con il vario pubblico interessato, con la nostra comunità universitaria, e con gli studenti italiani e del mondo che sceglieranno, dal prossimo 18 luglio in poi, di farne parte. Considerata, quindi, l’ottima performance misurata dal test di Google, credo che il nuovo sito possa, da subito, realizzare questa essenziale opportunità di incontro e di dialogo”.

Le premesse non mancano se si considerano i numeri del sito uscente che registra un totale di 13 milioni di pagine visualizzate, ossia 3,5 milioni di sessioni di visita attivate da circa 1 milione di utenti che durante l’anno navigano il sito per un tempo medio di permanenza di 4 minuti.

“Nello sviluppo del progetto di redesign è stata posta particolare attenzione all’aggiunta di funzionalità e voci, utili alla valutazione del sito rispetto ai parametri adottati dal Censis. Abbiamo, inoltre, migliorato l’accessibilità dei contenuti e l’esperienza utente. Per soddisfare questi ultimi due requisiti è stato indispensabile aggiornare completamente la piattaforma tecnologica”, ha spiegato Donatello Trisolino, Webmaster di Ateneo. Un’operazione complessa che ha coinvolto un affiatato team di esperti e consulenti della Carlo Bo.

Inanelliamo qualche nome. Donatello Trisolino e Michele Marianelli per il design e lo sviluppo della piattaforma web, l’ottimizzazione rispetto ai requisiti di accessibilità, il mobile site design rispetto all’indice Google Mobile Friendliness; Marco Cappellacci e Paolo Cecchini per l’ottimizzazione delle performance lato server e dei parametri Google Mobile Speed e Desktop Speed; Emanuela Ciuffoli ed Erika D’Amico di Gazduna Project, per la consulenza site design e user experience; Simona Renga per l’ottimizzazione e il raccordo dei contenuti della sezione International. Allargando il campo, va senz’altro detto che tutto l’Ateneo ha fatto squadra. I componenti degli organi e il personale docente e tecnico amministrativo hanno visionato il progress dei lavori in tempo reale e tutti hanno partecipato alla segnalazione di avvertenze, pareri e spunti, molti dei quali concretamente realizzati.

Qualcuno anche in home page. Diamo un’occhiata. L’architettura del menu si snellisce conservando le voci cardine come spiega il Professor Marco Bernardo, Delegato Rettorale all’Innovazione Tecnologica e Coordinatore del progetto.

“Il portale è stato sottoposto a un completo restyling grafico e contenutistico rispetto alla precedente versione, con l’obiettivo di semplificarne la struttura e portare in evidenza cinque sezioni fondamentali. Ateneo che descrive la struttura e l’organizzazione della nostra Università; Studia con noi che informa sulla didattica e sull’offerta formativa; Ricerca che spazia dalle aree tematiche trattate dai nostri docenti e ricercatori all’archivio dei prodotti della ricerca inclusi nella piattaforma Iris; Terza Missione che fa il punto sul trasferimento della conoscenza prodotta dall’Università alla società e al sistema economico territoriale; International che fornisce informazioni utili agli studenti stranieri iscritti ai nostri corsi di laurea, nonché agli studenti stranieri e italiani in mobilità per esperienze di studio da e verso l’estero”.

Il resto lo scopriremo navigando, intanto segnaliamo, nel cuore della home, il main box di rimando al blogazine Uniamo! Del resto, come il sito, il nostro spazio informativo lega tra loro eventi, persone, progetti, luoghi che appartengono a una sola storia: quella del nostro Ateneo!