Matematica per il liceo scientifico, greco per il classico, scienze umane per il liceo delle scienze umane… e dopo la maturità? L’esame più importante. Quello che misurerà la forza della vostra consapevolezza e orienterà la scelta del vostro percorso universitario. Nord, Sud, Centro, Farmacia, Economia, Lingue? #NoPanic! Dovete solo trovare la mappa di ciò che siete. Provate a rintracciare la linea dei vostri sogni, chiedetevi dove comincia quella del vostro talento e cercate il binario della vostra passione.
L’operazione è molto, molto complessa, lo sappiamo bene e sappiamo anche che non è ancora stata sviluppata l’app in grado di consegnare la risposta che state cercando incrociando le vostre inclinazioni più vere con i dati che riguardano i profili richiesti dal mercato del lavoro, l’offerta formativa di questo o quell’Ateneo, il numero e la qualità dei servizi, l’importo delle tasse o le risorse per il diritto allo studio. Però sappiamo che esistono qua e là in giro per l’Italia, luoghi e persone che possono aiutarvi nell’impresa. Quelli della città di Urbino, per esempio, e della nostra Università Aperta!

Proprio a voi, studenti e studentesse delle scuole secondarie superiori, la Carlo Bo dedica tre giornate di orientamento alla scelta degli studi universitari. Prendete nota: 7-8-9 febbraio 2018.
“La nuova edizione di Università Aperta – spiega la Professoressa Ivana Matteucci, Delegato Rettorale per l’Orientamento Universitario e Presidente della Commissione di Orientamento di Ateneo – sarà caratterizzata da una serie di iniziative in linea con le scelte innovative e partecipative che da sempre ci distinguono. Il nostro obiettivo è quello di fornire un’idea completa di quella che è la vita universitaria dello studente a Urbino, nella città campus famosa in tutto il mondo”.

Negli spazi dell’Area Scientifico Didattica Paolo Volponi di Via Saffi 15, avrete modo di conoscere i molti e diversi percorsi formativi, di seguire le lezioni in aula, di incontrare docenti e manager didattici e di confrontarvi con i tutor, cioè con studenti senior che potranno raccontarvi la vita universitaria in ogni sua sfumatura.
Seguite i totem informativi e raggiungerete l’Area Umanistica al piano D, l’Area Scientifica al piano C e l’Area GEPS (Giuridico Economico Politico Sociale) al piano B: le tre aree disciplinari che comprendono i 15 corsi di laurea triennali, i 14 magistrali (biennali) e i 5 magistrali (quinquennali).

Al piano A farete un giro tra i desk dell’Area Servizi: ERDIS (già ERSU, l’Ente regionale per il Diritto allo studio), Erasmus, Stage e job placement, Servizio bibliotecario, Centro Linguistico d’Ateneo (C.L.A.) e Centro Integrato Servizi Didattici ed E-Learning (CISDEL). Annotate quindi, da subito, tutte le domande che vi vengono in mente pensando a borse di studio, residenze universitarie, esperienze di studio all’estero, tirocini formativi e quant’altro e tenete anche conto che la classifica 2017 del Censis ha assegnato all’Università di Urbino il primo posto per i servizi erogati ai propri studenti!

Per capire meglio di cosa stiamo parlando, non perdete l’occasione di trascorrere il pomeriggio delle tre giornate nei famosissimi Collegi Universitari della nostra città. Dalle 12.30 alle 14.30 vi suggeriamo senz’altro di pranzare, gratuitamente, alla mensa del Collegio Universitario Il Tridente e, più tardi, di visitare le strutture residenziali (camere e spazi ricreativi) dell’imponente complesso architettonico progettato da Giancarlo De Carlo.
Negli ampi volumi di queste straordinarie geometrie che abitano la campagna del Montefeltro potrete anche seguire le performance curate dai Centri servizi per la promozione culturale e sportiva dello studente: Centro Teatrale Universitario Cesare Questa (CTU), 1506 Coro dell’Università di Urbino, Centro Universitario Sportivo (CUS), URCa Urbino Radio Campus, presenti anche in mattinata con i rispettivi desk nell’Area Volponi.

“Questa nuova edizione – conclude la Professoressa Matteucci – vuole anche contribuire a meglio orientare lo studente coinvolgendolo in una caccia al tesoro digitale che lo guiderà nella città e nei luoghi dell’evento. @ZeldaUniurbBOT – questo è il nome del gioco virtuale – è un progetto sviluppato dal corso di laurea in Informatica applicata, e coordinato dal Professor Emanuele Lattanzi. Partecipare a Università Aperta sarà l’occasione per conoscere l’Ateneo di Urbino e informarsi sui corsi di studio, per scoprire la possibilità di vivere in sintonia con docenti, studenti e ambienti, per fare un’esperienza piacevole e stimolante”.
Non ci resta che augurarvi di incontrare la nostra comunità universitaria, di farne parte per un po’, per sciogliere dubbi ed esplorare più a fondo il catalogo delle vostre necessità, delle vostre ambizioni e delle vostre capacità concrete e – tornati a casa tra le vostre cose – di individuare nei prossimi mesi con sempre maggiore chiarezza l’ipotesi di futuro che vi cambierà la vita per sempre.